10.000 ORTI IN AFRICA Progetto

Dal 2011 Slow Food continua a far crescere una rete di oltre 3.000 orti in Africa.

Situati nelle scuole, nelle città e nei villaggi, gli orti permettono alle comunità di scegliere cosa coltivare, mangiare e vendere, supportano le economie locali, tutelano la straordinaria biodiversità del continente africano, valorizzano le conoscenze tradizionali e la cultura alimentare, mantengono viva una rete di giovani che si impegna a cambiare il futuro dell’agricoltura e del cibo in Africa.

Ma non abbiamo intenzione di fermarci qui: il nostro obiettivo ora è avviare migliaia di nuovi orti, catalogare altri prodotti a rischio di estinzione, creare nuovi Presìdi e Mercati della Terra per aiutare i contadini, i pastori e i pescatori africani, organizzare attività di educazione nelle scuole, promuovere il cibo locale, coinvolgere sempre più attivamente le comunità, investendo in particolare sui giovani e sulle donne.

COME FUNZIONA IL PROGETTO

  • 300€

    Avvio di nuovi orti scolastici e comunitari
    Lavoro dei collaboratori locali; acquisto delle attrezzature; formazione sui temi dell’agroecologia, della biodiversità, del consumo locale, sull’organizzazione dei produttori, sulla valorizzazione dei prodotti del territorio.

  • 300€

    Mantenimento degli orti esistenti e rafforzamento della rete
    Lavoro dei collaboratori locali; incontri di formazione; scambi di conoscenza tra comunità; organizzazione di eventi locali; partecipazione a eventi nazionali e internazionali, a iniziative didattiche, promozionali, politiche; borse di studio per giovani africani.

  • 120€

    Salvaguardia della biodiversità e lavoro per l’Arca del Gusto africana
    Lavoro di mappatura sui territori per identificare le varietà vegetali locali, inserirle sul catalogo internazionale dell’Arca del Gusto e valorizzarle attraverso diverse attività (negli orti, con le scuole, con i cuochi…

  • 180€

    Coordinamento generale del progetto e comunicazione
    Coordinamento responsabili nazionali e locali degli orti; assistenza tecnica da parte di tecnici agronomi; diffusione di materiale didattico; comunicazione del progetto a livello locale e internazionale; analisi e valutazione dei risultati e dell’impatto del progetto sulle comunità locali.

Oltre 3200
Orti creati
35
Paesi coinvolti
+345.000
Persone coinvolte

SOSTIENI LA RETE DEGLI ORTI IN AFRICA

Un singolo orto è una goccia nel mare rispetto ai problemi con cui si confronta l’Africa ogni giorno. Ma se di questi orti ce ne fossero migliaia, decine di migliaia, tutti in rete, la loro forza sarebbe grandissima. Insieme possono trasformarsi in un’unica voce: contro il land grabbing, l’invasione degli Ogm e l’agricoltura intensiva, a favore di tecniche agricole naturali, della sostenibilità e della sovranità alimentare. Una speranza per migliaia di donne e uomini del continente.

Scegli quanto vuoi donare

Verificare i campi di questa sezione

Verificare i campi di questa sezione

Verificare i campi di questa sezione

Dona ora

Inserisci i tuoi dati

Codice fiscale e indirizzo sono necessari per emettere la ricevuta ai fini fiscali

Verificare i campi di questa sezione

Verificare i campi di questa sezione

Verificare i campi di questa sezione

Verificare i campi di questa sezione

Verificare i campi di questa sezione

Verificare i campi di questa sezione

Verificare i campi di questa sezione

Verificare i campi di questa sezione

Verificare i campi di questa sezione

Seleziona il metodo di pagamento per la donazione

DONARE CON BONIFICO

Se preferisci, è possibile effettuare una donazione pagando con bonifico bancario utilizzando i seguenti riferimenti:

Intestazione
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

IBAN
IT 75 F 0326846040052878155042

Swift Bic
SELBIT2BXXX

In Malawi Slow Food è presente dal 2014, coltiva 130 orti e di recente ha formato 500 persone per avviarne altri 30. Insegniamo a diversificare le colture, a produrre cibo migliore, nutriente e naturale. Un valido aiuto per le popolazioni locali che vogliono conquistare la loro sovranità alimentare.